In Evidenza - Cliccare sull'immagine per informazioni

Evidenza.jpg 

 

I tratturi e la Transumanza un modello di sviluppo, sociale, culturale, economico

Ven, 07/08/2020

Foto-trans.jpgUna tre giorni dedicata a Tratturi e Transumanza. E’ quella organizzata dalla Fondazione Molise Cultura e dalla Regione Molise (con il patrocinio del Comune di Pietrabbondante e quello di Roccavivara. Tre giorni tra approfondimenti e spettacoli per fare il punto e riflettere sulle opportunità offerte da un connubio, quello tra i Tratturi e la Transumanza, che è stato oggetto da parte dell’Unesco dell’alto riconoscimento di patrimonio dell’Umanità

Tratturi e Transumanza, oltre a rappresentare un indubbio valore culturale, configurano anche un modello di sviluppo sociale e economico. A questo aspetto è dedicata la prima delle tre giornate (10 agosto), che si aprirà con un convegno presso il Comune di Pietrabbondante (Palazzo municipale - ore 17). A relazionare saranno: Michele Pesante (Presidente Ass. Tratturi e Transumanza) – “Il sistema tratturale nella Regione Molise”; Padre Mario Villani (Storico) – “I tratturi le prime strade utilizzate dai pellegrini”; Adriana Gandolfi (Antropologa) – “L’epopea della transumanza”; Mario Canci (Direttore Abruzzo Etno Orchestra) – “La cultura pastorale d’Abruzzi e Molise”; Rossano Pazzagli (Professore Unimol) – “Tratturi e ritorno al Territorio. La Transumanza tra Storia e strategia di rinascita delle aree interne”. Il convegno sarà moderato dal Coordinatore della Fondazione Molise Cultura, Sandro Arco.

L’11 agosto (ore 21) in località Santa Maria del Canneto (Roccavivara), concerto del Quintetto Etno Orchestra.

Il 12 agosto (ore 18,30) a Pietrabbondante, in largo Ciro Menotti, spettacolo teatrale “La stanza del Pastore”.

Next StArt: ultimi appuntamenti per la piazza virtuale di Poietika

Sab, 27/06/2020
nextStart.jpg

Teatro, cinema e fotografia, con due nomi straordinari come Mario Martone e Augusto Pieroni, chiudono Next StArt, il ciclo di conversazioni online di Poietika, la rassegna di Fondazione Molise Cultura e Regione Molise che ha utilizzato Facebook, Instagram e YouTube per una serie di dirette su temi culturali e artistici. Dopo il successo dell'edizione 2019 (tra i partecipanti Vandana Shiva, Wim Mertens, Raúl Zurita, Nedim Gürsel, Letizia Battaglia), Fondazione Molise Cultura ha fortemente sostenuto l'idea di una iniziativa social con autorevoli operatori del mondo della cultura, stimolando un loro contributo non solo nei rispettivi segmenti di pertinenza, ma anche alla luce di quanto sta accadendo e della trasformazione epocale che ci sta coinvolgendo dopo la pandemia.

La "piazza virtuale" di Poietika giunge così agli ultimi incontri dopo essersi fortemente candidata quale archivio di proposte, riflessioni operative e spunti culturali. Next StArt ha affrontato varie aree tematiche, dalla letteratura alla fotografia, dalla musica all'architettura, dal teatro al giornalismo, con dialoghi sui social della Fondazione e con podcast su Spotify. Lunedì 29 giugno Leopoldo Santovincenzo dialoga con Mario Martone, una delle figure più autorevoli e prestigiose della cultura italiana, uomo di cinema e teatro. Lunedì 6 luglio si chiude con uno dei temi più amati di Poietika, la fotografia, con Eolo Perfido e Augusto Pieroni, storico e critico delle arti contemporanee, curatore e saggista, figura di riferimento nazionale nel campo delle discipline fotografiche autoriali.

Lunedì 29 giugno 2020 - ore 19.00

Conversazione sul cinema e sul teatro
LEOPOLDO SANTOVINCENZO DIALOGA CON MARIO MARTONE

Lunedì 6 luglio 2020 - ore 19.00

"Quante foto ci vogliono per raccontare una storia?"
EOLO PERFIDO DIALOGA CON AUGUSTO PIERONI

 

Per seguire gli eventi:

 

 

Spettacoli annullati - Richiesta voucher presso la biglietteria

Lun, 22/06/2020
logo-fmc.jpg

Spettacoli annullati. Oltre alla procedura online (raccomandata), la Fondazione Molise Cultura comunica che sarà possibile effettuare la richiesta di voucher anche presso la biglietteria, con le seguenti modalità:
tutti i lunedì (sino al 31 luglio) dalle ore 9 alle 12.
In ragione delle disposizioni in corso sulla sicurezza, per accedere alla biglietteria è obbligatoria la prenotazione da effettuare (sempre il lunedì e con lo stesso orario) chiamando il numero 0874437378 oppure inviando una mail all’indirizzo info@fondazionecultura.eu
Cordiali saluti
Fondazione Molise Cultura

Next StArt: sesta settimana per la piazza virtuale di Poietika

Lun, 22/06/2020
nextStart.jpg

 Si avvia alla chiusura la programmazione di Next StArt, il ciclo di conversazioni online di Poietika, la rassegna di Fondazione Molise Cultura e Regione Molise che sta utilizzando Facebook, Instagram e YouTube per una serie di dirette su temi culturali e artistici. Dopo il successo dell'edizione 2019 (tra i partecipanti Vandana Shiva, Wim Mertens, Raúl Zurita, Nedim Gürsel, Letizia Battaglia), Fondazione Molise Cultura ha fortemente sostenuto l'idea di una iniziativa social con autorevoli operatori del mondo della cultura, stimolando un loro contributo non solo nei rispettivi segmenti di pertinenza, ma anche alla luce di quanto sta accadendo e della trasformazione epocale che ci sta coinvolgendo dopo la pandemia.

La "piazza virtuale" di Poietika giunge alla penultima settimana di incontri che hanno assunto sempre di più la natura di archivio di proposte, riflessioni operative e spunti culturali. Next StArt ha affrontato varie aree tematiche, dalla letteratura alla fotografia, dalla musica all'architettura, dal teatro al giornalismo, con dialoghi sui social della Fondazione e con podcast su Spotify.

Gli appuntamenti della sesta settimana affrontano il tema della cultura, del territorio e dello spettacolo nella contemporaneità: martedì 23 giugno la giornalista Mariantonietta Finella incontra l’ex direttore di Federculture Claudio Bocci per un dialogo sul rapporto tra cultura e territorio, mai così stringente come in questo periodo; altrettanto attuale l'argomento che si svilupperà venerdì 26 giugno nella conversazione tra Sandro Arco, responsabile del coordinamento della Fondazione Molise Cultura e Antonio Taormina, docente di Progettazione e gestione delle attività di spettacolo all’Università di Bologna, invitato sul tema dello spettacolo dopo la pandemia.

GLI OSPITI

CLAUDIO BOCCI (23 giugno - ore 19.00)
Claudio Bocci, esperto di politiche culturali per lo sviluppo economico e l'innovazione sociale, è stato direttore di Federculture fino al febbraio scorso, ricoprendo vari incarichi tra cui quello di amministratore unico. Si è occupato delle relazioni istituzionali del Festival della Letteratura di Viaggio per la Società Geografica Italiana a Roma. E’ consigliere delegato del Comitato Ravello Lab – Colloqui Internazionali, appuntamento annuale promosso congiuntamente da Federculture e dal Centro Universitario per i Beni e le Attività Culturali di Ravello (SA).

ANTONIO TAORMINA (26 giugno - ore 19.00)
Titolo di studio: Laurea magistrale, cum laude, in Organizzazione ed Economia dello Spettacolo presso l’Università di Bologna (relatore Lamberto Trezzini).

Analista culturale, insegna “Progettazione e gestione delle attività di spettacolo” all’Università di Bologna. E’ stato direttore dell’Osservatorio dello Spettacolo della Regione Emilia-Romagna e della Fondazione ATER Formazione.

E’ un componente del Consiglio Superiore dello Spettacolo del MiBACT. Autore di saggi e articoli sulle politiche e l’organizzazione in ambito culturale, ha curato di recente il volume “La formazione al management culturale”. E’ membro del Comitato Scientifico della Fondazione Symbola e del Comitato di direzione della rivista “Economia della Cultura”.

Per seguire gli eventi:

 

Informazioni per la richiesta dei voucher di rimborso per gli spettacoli annullati tra il 10 marzo e il 23 aprile 2020

Ven, 19/06/2020
logo-fmc.jpg

 Il Decreto Legge “Cura Italia” (n. 18 del 17 marzo 2020), convertito in Legge 27/2020, che disciplina le modalità di rimborso per i possessori di titolo d’accesso per le recite degli spettacoli annullati a causa dell’emergenza sanitaria da COVID-19, è stato modificato dal Decreto Legge n. 34 del 19/05/2020, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 128 del 19/05/2020, e prevede il rimborso tramite “l’emissione di un voucher di pari importo al titolo di acquisto, da utilizzare entro 18 mesi dall’emissione” (salvo ulteriori proroghe normative).

I possessori di abbonamento o di biglietto per gli spettacoli annullati tra il 10 marzo e il 23 aprile 2020 hanno la possibilità di richiedere il rimborso mediante emissione di un voucher di importo pari ai ratei non goduti del titolo di acquisto da utilizzare entro 18 mesi dall’emissione, utilizzando la piattaforma on line dedicata https://bolvouchers.gostec.it/ e allegando la scansione/foto (fronte) dei relativi abbonamenti o biglietti, a questo link  oppure recandosi presso la biglietteria della Fondazione Molise Cultura Clicca qui per maggiori informazioni.

Attraverso la procedura guidata presente sul portale, sarà possibile presentare la propria richiesta in autonomia.

I voucher, una volta emessi, verranno inviati all’indirizzo e-mail utilizzato al momento della richiesta di rimborso. Gli spettatori sprovvisti di indirizzo e-mail potranno comunque ritirare i propri voucher in formato cartaceo alla riapertura della biglietteria.

Il voucher può essere richiesto entro il 31 luglio 2020 (salvo eventuali variazioni normative) e una volta inviata la richiesta, questa non potrà essere più annullata.

Sarà possibile utilizzare il voucher per l’acquisto di biglietti o abbonamenti per gli spettacoli in programma al Teatro Savoia di Campobasso, a partire dal 1° settembre 2020, compatibilmente con la data di riapertura della Biglietteria.

Alternativamente, è possibile devolvere a sostegno della Fondazione Molise Cultura la quota dei biglietti o la quota degli abbonamenti scegliendo semplicemente di non fare richiesta di rimborso tramite voucher.

Ogni sostegno sarà importante per supportare, in un futuro ancora incerto, la riapertura del Teatro e garantire la sua missione di diffusione dell’arte e della musica.

Sarà cura del Fondazione Molise Cultura comunicare, appena possibile, la nuova programmazione ed eventuali aggiornamenti, che saranno disponibili anche sul sito e sulle pagine social del Teatro.

Per informazioni si prega di scrivere unicamente alla mail: info@fondazionecultura.eu, specificando chiaramente il proprio numero di telefono.
La Fondazione Molise Cultura ringrazia tutto il suo affezionato pubblico per la collaborazione e il supporto dimostrato.

 

Next StArt: quinta settimana per la piazza virtuale di Poietika

Dom, 14/06/2020
nextStart.jpg

Arriva al primo mese di programmazione Next StArt, il ciclo di conversazioni online di Poietika, la rassegna di Fondazione Molise Cultura e Regione Molise che sta utilizzando Facebook, Instagram e YouTube per una serie di dirette su temi culturali e artistici. Dopo il successo dell'edizione 2019 (tra i partecipanti Vandana Shiva, Wim Mertens, Raúl Zurita, Nedim Gürsel, Letizia Battaglia), Fondazione Molise Cultura ha ideato una iniziativa social con autorevoli operatori del mondo della cultura, stimolando un loro contributo non solo nei rispettivi segmenti di pertinenza, ma anche alla luce di quanto sta accadendo e della trasformazione epocale che ci sta coinvolgendo dopo la pandemia.

La "piazza virtuale" di Poietika arriva alla quinta settimana di incontri che dialogo dopo dialogo stanno assumendo con forza la natura di archivio di proposte, riflessioni operative e spunti culturali. Next StArt affronta varie aree tematiche, dalla letteratura alla fotografia, dalla musica all'architettura, dal teatro al giornalismo, con dialoghi sui social della Fondazione e con podcast su Spotify.

Gli appuntamenti della quinta settimana affrontano il tema della fotografia e del territorio: martedì 16 giugno Mariantonietta Finella incontra Biba Giacchetti, curatrice della mostra Icons di Steve McCurry, che raccolse uno straordinario successo a Campobasso lo scorso anno; venerdì 19 giugno il prof. Rossano Pazzagli (Unimol) svilupperà il tema del territorio come bene comune insieme ad Alberto Magnaghi, urbanista, professore emerito dell’Università di Firenze, presidente della Società dei Territorialisti.

Martedì 16 giugno 2020
ore 19.00
Steve McCurry: la vita, le mostre, i libri
Mariantonietta Finella dialoga con Biba Giacchetti

Venerdì 19 giugno 2020
ore 19.00
Il territorio come bene comune
Rossano Pazzagli dialoga con Alberto Magnaghi

Per seguire gli eventi:

Mostra: WOMAHR Women_Art_Human Rights for Peace

Womahr-600x300.jpg 

Palazzo GIL

Via Gorizia – Campobasso

Apertura venerdì 12 giugno 2020 ore 16:00
Orario da lunedì al venerdì ore 16:00-19:00
Ingresso gratuito

Fondazione Molise Cultura
Regione Molise
Università degli Studi del Molise

Dipartimento di Scienze Umanistiche, Sociali e della Formazione
ARATRO Museo Laboratorio di Arte Contemporanea
Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

Direzione Generale per gli Affari Politici e di Sicurezza
a cura di Lorenzo Canova e di Piernicola Maria Di Iorio

Il 12 giugno 2020, dopo la lunga chiusura dovuta all’emergenza Covid-19, gli spazi espositivi del Palazzo GIL-Fondazione Molise Cultura- di Campobasso riaprono con WOMAHR – Women_Art_Human Rights for Peace, una mostra internazionale di arte contemporanea dedicata all’Agenda Donne, Pace e Sicurezza delle Nazioni Unite, con particolare attenzione agli aspetti relativi ai diritti umani.
La mostra a PALAZZO GIL, curata da Lorenzo Canova e Piernicola Maria Di Iorio, direttore e curatore dell’ARATRO, Museo Laboratorio di Arte Contemporanea dell’Università del Molise, fa parte di un progetto finanziato dal Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale- Direzione Generale per gli Affari Politici e di Sicurezza nell’ambito del Terzo Piano Nazionale in attuazione dell’Agenda Donne Pace e Sicurezza, e nasce grazie alla fondamentale collaborazione con la Fondazione Molise Cultura, che ospita la prima delle tre tappe di un tour espositivo che toccherà poi Roma e il Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite a New York.
La mostra rappresenta così un nuovo e importante momento di cooperazione tra la Fondazione Molise Cultura, la Regione Molise e l’Università degli Studi del Molise, di cui l’ARATRO è parte attiva all’interno del Dipartimento di Scienze Umanistiche, Sociali e della Formazione.
L’apertura dell’esposizione WOMAHR il 12 giugno vuole lanciare anche un segnale di ripresa e rinascita dopo le difficoltà degli scorsi mesi, un forte messaggio simbolico per la città di Campobasso e per tutto il territorio regionale (e non solo), nei giorni che precedono la grande solennità del Corpus Domini che quest’anno, a causa della pandemia, non potrà purtroppo essere celebrata con la tradizionale festa dei Misteri di grande partecipazione collettiva.
Il progetto nasce per mettere in risalto l’impegno dell’Italia nella protezione e nella promozione dei diritti umani delle donne, visti come fondamento della pace e della sicurezza internazionali, di uno sviluppo sostenibile e della creazione di una società stabile e inclusiva.
I linguaggi dell’arte contemporanea possono rappresentare infatti un importante strumento di approfondimento e di comunicazione delle questioni che interessano l’Agenda Donne, Pace e Sicurezza.
La mostra è composta quindi da presenze italiane e internazionali, con una particolare attenzione alla provenienza da aree geografiche in cui la questione dei diritti umani, specialmente delle donne, è particolarmente sensibile.
L’arte contemporanea può divenire così uno strumento capace di condividere una visione di dialogo a livello globale e uno strumento di educazione ai diritti umani capace di andare oltre i confini nazionali e linguistici per mettere in relazione e in dialogo popoli e culture differenti.
Le opere esposte sono pertanto dedicate in modo specifico ai diritti delle donne, per una società più inclusiva, per una lotta contro la violenza sulle donne, per una partecipazione delle donne ai processi di pace in linea con l’Agenda Donne, Pace, Sicurezza; alla lotta contro tutte le forme di discriminazione, contro l’intolleranza, il razzismo, la xenofobia e contro le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere.
La mostra comprende dunque:
Giovanni Albanese, Alì Assaf, Lucilla Catania, Marco Colazzo, Kim Dingle, Thalassini Douma, Stefania Fabrizi, David Fagioli, Giosetta Fioroni, Paola Gandolfi, Debora Hirsch, Grazia La Padula, Giancarlo Limoni, Vincenzo Merola, Adriano Nardi, Massimo Orsi, Giorgio Ortona, Salvatore Pulvirenti, Roxy in the Box, Virginia Ryan, Sandro Sanna, Beatrice Scaccia, Sana Tamzini, Marco Verrelli.
Artiste e artisti che utilizzano tutti i diversi strumenti espressivi della contemporaneità, dalla fotografia alla pittura, dal disegno all’installazione e alla scultura, fino al video e alle opere digitali.
In questa tessitura stratificata si intrecciano così presenze che provengono dagli Stati Uniti all’Australia, dal Brasile all’Iraq, fino alla Tunisia e, ovviamente, all’Italia, in una costruzione multipla in cui si collegano esperienze concettuali, pittura astratta e iconica, assemblaggi e reportage fotografici, interpretazioni contemporanee della storia dell’arte e visioni fantastiche, evocazioni liriche e riscoperte di personaggi storici.

Mostra WOMAHR. Women_Art_Human Rights for Peace
Dal 12 giugno al 24 luglio 2020

Palazzo GIL- Fondazione Molise Cultura

Ingresso Via Gorizia
Orario da lunedì al venerdì ore 16:00-19:00;

ingresso gratuito.

Aperture speciali in occasione del Corpus Domini

Sabato 13 e domenica 14 giugno ore 16:00-19:00

Prescrizioni sanitarie per la prevenzione del Covid-19
All’ingresso verrà rilevata la temperatura corporea e, qualora superasse il valore di 37,5 gradi, non sarà possibile accedere alla mostra. L’ingresso sarà scaglionato in modo da evitare assembramenti, sarà obbligatorio l’uso della mascherina e il rispetto della distanza minima di un metro tra i visitatori.

E’ consigliata la prenotazione:
prenotazioni@fondazionecultura.eu
Contatti:
info@fondazionecultura.it;

redazione@quartadimensione.eu ;

Tel. 0874.437386

 

 

Next StArt: quarta settimana con gli appuntamenti di poietika

Lun, 08/06/2020
nextStart.jpg

Gli appuntamenti della quarta settimana sono incentrati sulle macro aree del cinema e dell’architettura: martedì 9 giugno Leopoldo Santovincenzo incontra Ludovica Rampoldi per riflettere sulla sceneggiatura e la scrittura, da Gomorra alla narrativa, mercoledì 10 Donato Zoppo incontra Luca Molinari su un tema cruciale e stimolante come gli spazi abitativi durante e dopo il lockdown; venerdì 12 ancora il tema del teatro, del cinema e della recitazione declinati con impegno civile nella conversazione tra Serena Marinelli e Caterina Murino.

Martedì 9 giugno 2020
ore 19.00
Il futuro è tutto da scrivere
Leopoldo Santovincenzo dialoga con Ludovica Rampoldi

Mercoledì 10 giugno 2020
ore 19.00
Le case che saremo: abitare dopo il lockdown
Donato Zoppo dialoga con Luca Molinari

Venerdì 12 giugno 2020
ore 19.00
La Passionaria: tra cinema, teatro e impegno civile
Serena Marinelli dialoga con Caterina Murino

Per seguire gli eventi:

 

Next StArt: terza settimana con gli appuntamenti di poietika

Lun, 08/06/2020
nextStart.jpg

Gli appuntamenti della terza settimana riguardano i mondi della fotografia e del teatro: lunedì 1 giugno il fotografo ritrattista Eolo Perfido e il giornalista/blogger di Repubblica Michele Smargiassi (Fotocrazia) dialogano sul tema “La fotografia che fa sorridere”; venerdì 5 giugno si passa a un gigante del teatro italiano di oggi come Geppy Gleijeses, che dialoga con Serena Marinelli.

Lunedì 1 giugno 2020 ore 19.00
La Fotografia Che Fa Sorridere
Ospiti Eolo Perfido e Michele Smargiassi

Venerdì 5 giugno 2020 ore 19.00
Il teatro: la sua carnalità ai tempi del Covid
NextStart incontra Geppy Gleijeses
modera Serena Marinelli

Per seguire gli eventi:

 

Next StArt: seconda settimana per la piazza virtuale di Poietika!

Sab, 23/05/2020
nextStart.jpg

Gli appuntamenti del 26, 28 e 29 maggio 2020

Dirette pagine Social Fondazione, Poietika e Youtube

 

Imm-nextstart_ok.jpgSeconda settimana per Next StArt, il nuovo appuntamento online per la rassegna Poietika, creatura di Fondazione Molise Cultura e Regione Molise che per questo anno difficile dovuto al lockdown causato dal Covid-19 utilizza il social per una serie di dirette dagli spazi Facebook, Instagram e YouTube della Fondazione. Dopo il successo dell'edizione 2019 (ricordiamo tra i partecipanti Vandana Shiva, Wim Mertens, Raúl Zurita, Nedim Gürsel, Letizia Battaglia), in questo periodo si sarebbe dovuta svolgere la VI Edizione di Poietika, così Fondazione Molise Cultura ha lavorato a una edizione social con autorevoli operatori del mondo della cultura e specialisti di settore, stimolando un loro contributo non solo nei rispettivi segmenti di pertinenza, ma anche alla luce di quanto sta accadendo e della trasformazione epocale che ci coinvolge.

La "piazza virtuale" di Poietika affronta varie aree tematiche, dalla letteratura alla fotografia, dalla musica all'architettura, dal teatro al giornalismo, con conversazioni sulle piattaforme social della Fondazione Molise Cultura e con podcast su Spotify per garantire la massima fruibilità. Gli appuntamenti della seconda settimana riguardano musica, ambiente ed economia: martedì 26 maggio alle 19.00 il giornalista Maurizio Oriunno dialoga con NicoNote, cantante, compositrice, performer, voce dei Violet Eves, operatrice nel mondo della Club Culture; giovedì 28 il prof. Rossano Pazzagli dialoga con Carlo Tosco, architetto, ordinario di Storia dell’Architettura al Politecnico di Torino, coordinatore del corso di laurea interateneo in “Progettazione delle aree verdi e del paesaggio”; venerdì 29 una conversazione sul tema delle diseguaglianze economiche con Elena Granaglia, Salvatore Morelli e Alberto Pozzolo, docenti dell'Università Roma Tre in materie giuridiche e finanziarie.

Martedì 26 maggio 2020 ore 19.00
“Tenera è la notte: musica, arte e sperimentazione nella Club Culture italiana”
Maurizio Oriunno dialoga con NicoNote alias Nicoletta Magalotti, cantante, compositrice, performer, voce dei Violet Eves, operatrice nel mondo della Club Culture.

Giovedì 28 maggio 2020 ore 19.00
“Il paesaggio storico”
Rossano Pazzagli dialoga con Carlo Tosco, architetto, professore ordinario di Storia dell’Architettura al Politecnico di Torino, coordinatore del corso di laurea interateneo in “Progettazione delle aree verdi e del paesaggio”.

Venerdì 29 maggio 2020 ore 19.00
“L’emergenza Covid: una spinta in più per arginare le disuguaglianze economiche” conversazione con Elena Granaglia, Salvatore Morelli, Alberto Pozzolo.
Elena Granaglia insegna Scienza delle Finanze presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università Roma Tre.
Salvatore Morelli è Senior Scholar presso lo Stone Center on Socio-Economic Inequality – The Graduate Center at the City University of New York e ricercatore in Scienza delle Finanze presso l’Università Roma 3.
Alberto Pozzolo è professore ordinario presso il dipartimento di Giurisprudenza dell’Università Roma Tre.

Per seguire gli eventi:
Fbook Pagina Fondazione: https://www.facebook.com/FondazioneMoliseCultura
Fbook Pagine Poietika: https://www.facebook.com/poietika.art.festival
Canale Youtube: https://www.youtube.com/playlist?list=PLA4iaDb4v3yz_4cZX3-HP10Hmtaeni5tg

 

Condividi contenuti