In Evidenza - Cliccare sull'immagine per informazioni

comunicazione-nuovi-orari_sito.jpg 

 

Chiamata pubblica - Le ragazzine di Campobasso perdono il controllo. La società le teme. La fine e' azzurra.

Lun, 18/02/2019

23 marzo 2019 - 31 marzo 2019
creazione people-specific per ragazze under 18 e la loro comunità
concept e regia ELEONORA PIPPO

@le_ragazzine_project di Eleonora Pippo
ispirato al fumetto di Ratigher
sull’amicizia di due ragazzine
con la passione per le analisi mediche.
Per accrescere il senso di appartenenza
in ogni piazza in cui lo spettacolo è programmato
viene formata una compagina locale temporanea
di ragazze adolescenti non professioniste.
La lavorazione avviene in sette giorni.
Lo spettacolo va in scena una sola volta
con partecipazione attiva del pubblico.

è co-prodotto da Teatro della Tosse di Genova + Eleonora Pippo
con il supporto di Coconino Press FANDANGO EDITORE + Kilowatt Festival


 

le-ragazzine-logo.jpgCome partecipare?
Sei una ragazza coraggiosa? Ti piace recitare, cantare o suonare? O anche solo l'idea di poterlo fare? Vuoi metterti in gioco e raggiungere l'impossibile? Allora Le Ragazzine Project è quello che fa per te!
La regista Eleonora Pippo cerca un gruppo di ragazze coraggiose per formare la Compagnia locale temporanea Ragazzine CAMPOBASSO 2019, una fantastica opportunità per fare un’esperienza nuova ed essere protagoniste di una performance originale.
A partire dall'omonimo teen-drama a fumetti di Ratigher, vincitore del prestigioso Premio Micheluzzi come Miglior Fumetto al Napoli COMICON 2015, il progetto prevede la formazione di compagnie locali temporanee composte da ragazze tra i 13 e i 18 anni, che nel tempo record di sette giorni lavoreranno insieme alla regista alla creazione di una performance originale. La performance sarà basata sulle peculiarità delle ragazzine coinvolte e si avvarrà della partecipazione attiva del pubblico. Il lavoro andrà in scena Domenica 31 MARZO 2019 al Teatro Savoia.
Partecipare è assolutamente gratuito, serve la firma di un genitore se sei minorenne. Pensi di avere quello che ci vuole? Iscriviti ora cliccando qui per scaricare e compilare il modulo!
 

Cose serve?
Invitiamo tutte le ragazze che sanno suonare a portare il proprio strumento musicale. Siete tutte benvenute, se motivate e incuriosite. Le partecipanti non maggiorenni dovranno avere l’autorizzazione alla partecipazione a tutte le fasi, da parte di un genitore o di chi ne fa le veci. Tutte le partecipanti dovranno compilare il Modulo di Partecipazione entro lunedì 18 marzo 2019 e inviarlo a questo indirizzo:
fmcmolisecultura@gmail.com
Se hai bisogno di altre informazioni scrivici o chiamaci: 389 7827132

Puoi leggere il fumetto a questo link: fumetto Ratigher
 

Virus influenzale per Masciarelli, rinviato lo spettacolo di oggi 12 febbraio 2019 ad Agnone

Mar, 12/02/2019

Stavamo-meglio-Agnone_R.jpg

È stato rinviato lo spettacolo "Stavamo meglio quando stavamo peggio?" in programma oggi 12 febbraio al teatro Italo Argentino di Agnone. Il protagonista e noto attore Stefano Masciarelli è stato colpito dal virus influenzale e, quindi, è impossibilitato a recitare sul palco.
A breve, sarà comunicata la nuova data dello spettacolo.

Presentazione di Icons, l’umanità di Steve McCurry in mostra a Campobasso

Sab, 12/01/2019

 26 gennaio 2019 - 28 aprile 2019
Palazzo GIL - Ingresso Via Gorizia
Martedi - venerdì 10:00 - 13:00 / 17:00 - 20:00
Sabato, domenica e festivi 11:00 - 20:00
Lunedi chiuso

Rassegna stampa

Conferenza.jpg

Una straordinaria mostra, cento immagini di grande impatto emotivo che hanno girato il mondo e che il mondo riconosce; il talento e la profondità in ogni particolare, la poesia e la guerra insieme, gli sguardi di disperazione, le lacrime, i sorrisi dei bambini. È la mostra “Icons” di SteveMcCurry, in esposizione a Campobasso, palazzo Gil, dal 26 gennaio al 28 aprile 2019. 

Una mostra particolarmente attesa dopo la partecipazione di Steve McCurry alla kermesse “Art festival Poietika”, nello scorso mese di settembre. 
Entrare nell’esposizione significa attraversare le frontiere e conoscere da vicino un mondo complesso, in profonda trasformazione. La mostra inizia, infatti, con una straordinaria serie di ritratti e si sviluppa tra immagini di guerra e di poesia, di sofferenza e di gioia, di stupore e di ironia.
Concepita da Steve McCurry e dalla curatrice Biba Giachetti come un concentrato di tutto il suo percorso di fotografo e umanista, nata per volontà di un principe contemporaneo, Alberto di Monaco, la rassegna è stata ospite di manieri e fortezze in Italia ed all’estero, fino a conquistare il Molise e rendere il capoluogo di una delle regioni più piccole d’Italia il centro del mondo.
“Icons” si presenta volutamente come un percorso fluido, non scandito da sequenze obbligate, in grado di lasciare il visitatore libero di muoversi tra immagini che raccontano luoghi e tempi diversi.

foto-McCurry.jpg
La selezione, che sarà allestita a Campobasso, racchiude in cento scatti il grande viaggio nell’umanità che McCurry ha intrapreso quasi 40 anni fa e include tutte le immagini da lui più amate, di cui vengono svelate storie e particolari in un catalogo a corredo esclusivo della mostra.
Tra i volti esposti anche l’icona assoluta, SharbatGula, la bambina afgana.  È la più nota delle fotografie, generazioni di persone continuano ad esserne stregati, lo stesso National Geographic ha girato un film sulla storia di McCurry e della ragazza, come supremo tributo ad un’immagine di una profondità calamitica. “Ho capito subito – spiega McCurry - che era un ritratto importante per la profondità del suo sguardo, che raccontava tutta la tristezza della condizione del popolo afgano costretto a vivere nelle tende di questi campi profughi. Non ho impiegato più di una manciata di secondi a fotografarla: lei guardava il mio obiettivo in modo curioso, era la prima volta che era fotografata, la prima volta che vedeva una macchina fotografica. E dopo uno o due minuti è scappata via. Sparita! Ed è così che ho scattato probabilmente la più importante fotografia della mia vita”. 
“Icons” è una vera e propria retrospettiva che raccoglie l’insieme e forse il meglio della sua vasta produzione, per proporre ai visitatori un viaggio simbolico nel complesso universo di esperienze e di emozioni che caratterizza le sue immagini. Con le foto Steve McCurry ci pone a contatto con le etnie più lontane e con le condizioni sociali più disparate, mettendo in evidenza una dimensione umana fatta di sentimenti universali e di sguardi di dolore, curiosità, fierezza, dignità. 

INFO BIGLIETTERIA

intero 12 €
ridotto 10 €
(over 65, ragazzi dai 13 ai 18 anni)
ridotto bambini 5€ dai 7 ai 12 anni
ridotto scuole 5€
ridotto universitari 5€

Biglietti on line

Biografia (versione italiana)
Biografia (versione inglese)

"Il segno e il colore", bilancio positivo per la mostra di Amedeo Trivisonno alla Gil

Lun, 07/01/2019

mostraTrivisonno.jpgHa chiuso i battenti ieri la mostra dedicata ad Amedeo Trivisonno, sostenuta dalla Regione Molise, al palazzo Gil, inaugurata a metà novembre. Grande attesa per l'apertura, in poco meno di un mese e mezzo "Il segno ed il colore" ha registrato 2500 visitatori.

In particolare, fino al 22 dicembre 2018, giorno ultimo prima della pausa natalizia delle scuole, sono stati oltre 1000 gli studenti che hanno attraversato l'esposizione delle opere del grande freschista.

Anche nelle festività del periodo natalizio i visitatori sono stati numerosi e nei giorni di Natale, Santo Stefano, Capodanno, Epifania in molti hanno affollato gli spazi espositivi entusiasti per la straordinarietà e l'originalità della mostra.

Obiettivo raggiunto per la Fondazione Molise Cultura che continua nella sua profonda attività di diffusione e conoscenza culturale rivolta soprattutto alle nuove generazioni. "Un'attività - spiega la presidente Antonella Presutti - costante che porta all'attenzione del pubblico una parte fondamentale della storia dell'arte regionale e nazionale. Tale volontà continua ad esprimersi oggi nella scelta di valorizzare e raccontare questo patrimonio, portandolo all’attenzione del pubblico molisano e non solo, perché possa conoscere e apprezzare l’opera di un artista di grande spessore del Novecento italiano".

Mostra Fotografica ICONS di Steve McCurry

Lun, 24/12/2018

26 gennaio 2019 - 28 aprile 2019
Palazzo GIL - Ingresso Via Gorizia
Martedi - venerdì 10:00 - 13:00 / 17:00 - 20:00
Sabato, domenica e festivi 11:00 - 20:00
Lunedi chiuso

steve_mccurry_tessera.jpgSteve McCurry è uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea ed è un punto di riferimento per un larghissimo pubblico, soprattutto di giovani, che nelle sue fotografie riconoscono un modo di guardare il nostro tempo e, in un certo senso, “si riconoscono”. Molte delle sue immagini sono diventate delle vere e proprie icone, conosciute in tutto il mondo, a partire dalla ragazza afghana pubblicata dal National Geographic.

Alcune mostre di grande successo hanno messo in evidenza vari aspetti della sua attività, ormai quasi quarantennale, ma ogni occasione di esporre trova un suo proprio linguaggio, una sorta di dialogo con gli spazzi che ospitano le immagini, e la tappa di Campobasso vedrà protagonista, con la poetica di McCurry il meraviglioso palazzo della EX Gil.

Steve McCurry, in occasione della sua partecipazione al festival di Poietika, ha potuto visitare i luoghi che accoglieranno la mostra restandone completamente affascinato.

Steve McCurry Icons è una vera e propria retrospettiva che raccoglie in più di 100 scatti l’insieme e forse il meglio della sua vasta produzione, per proporre ai visitatori un viaggio simbolico nel complesso universo di esperienze e di emozioni che caratterizza le sue immagini. A partire dai suoi viaggi in India e poi in Afghanistan, da dove veniva Sharbat Gula, la ragazza che ha fotografato nel campo profughi di Peshawar in Pakistan e che è diventata una icona assoluta della fotografia mondiale.

Con le sue foto Steve McCurry ci pone a contatto con le etnie più lontane e con le condizioni sociali più disparate, mettendo in evidenza una condizione umana fatta di sentimenti universali e di sguardi la cui fierezza afferma la medesima dignità.
Con le sue foto ci consente di attraversare le frontiere e di conoscere da vicino un mondo che è destinato a grandi cambiamenti. La mostra inizia infatti con una straordinaria serie di ritratti e si sviluppa tra immagini di guerra e di poesia, di sofferenza e di gioia, di stupore e di ironia.
La mostra si completa di un catalogo, “icons” in cui Steve McCurry mi racconta cosa accade nelle sue fotografie, un dialogo alla scoperta di segreti e storie per soddisfare la curiosità dei visitatori che tanto amano le sue immagini.

Biba Giacchetti

Stagione teatrale 2018/2019 - Teatro Italo Argentino di Agnone

Gio, 22/11/2018

Dicembre 2018 - Maggio 2019

Teatro Italo Argentino di Agnone 

20181122_170533.jpgUna stagione ricca di eventi e personaggi famosi. È la nuova stagione del teatro Italo Argentino di Agnone, presentata ieri pomeriggio. Il sindaco Lorenzo Marcovecchio ha sottolineato la sensibilità in campo culturale della città di Agnone, l'impegno di tutti affinché ci sia continuità e interesse per il territorio.
Il Presidente dell'Associazione "Amici del teatro Italo Argentino" Enzo Di Pasquo ha ringraziato la Fondazione per l'impegno sul territorio che, nonostante le difficoltà, viene realizzato.
"Siamo molto orgogliosi - ha spiegato la Presidente Antonella Presutti - che l'apertura della stagione di Agnone arriva in un momento ben preciso, in un percorso attivo ed evidenzia l'interesse per la cultura e per il territorio, dopo l'apertura delle stagioni di Isernia e Campobasso e dopo l'inaugurazione della mostra di Amedeo Trivisonno al palazzo Gil".

PREVENDITA BIGLIETTI PER TUTTI GLI SPETTACOLI A PARTIRE DAL 21 NOVEMBRE 2018

Mer, 21/11/2018
logo-fmc.jpg

La prevendita dei biglietti, a partire dal 21 novembre 2018, sarà possibile per tutti gli spettacoli della stagioni sia on line che al botteghino. 

ATTENZIONE! Botteghino Savoia spostato al Palazzo GIL

Lun, 19/11/2018
logo-fmc.jpg

Il botteghino del Teatro Savoia da oggi è stato spostato al Palazzo GIL. Chi vuole acquistare biglietti o abbonamenti si dovrà rivolgere al Palazzo GIL in Via Milano, 15.

Ecco gli orari di apertura:

Giorno Mattina Pomeriggio
LUNEDI'   15.00 - 18.00
MERCOLEDI'   15.00 - 18.00
VENERDI' 11.00 - 13.00  

 Per info sul progetto "Pubblico Nuovo" teatro per la scuola chiamare 393 9317182

TEATRO SAVOIA - Stagione teatrale 2018/19

Lun, 05/11/2018

Dal 26 novembre 2018 al 8 maggio 2019

Teatro Savoia

prevendita-singoli3.jpgPresentata la stagione teatrale 2018/2019 al Savoia, tanti appuntamenti di profilo culturale variegato e diverse le novità. Leo Gullotta, Roberto Ciufoli, Carlo Buccirosso, Giulio Scarpati, Valeria Solarino, Glauco Mauri, sono solo alcuni dei grandi nomi che saliranno sul palco del Savoia. Ad illustrare la stagione la Presidente Antonella Presutti: "Si parte il 26 e 27 novembre con "Pensaci Giacomino, il grande classico di Pirandello interpretato da Leo Gullotta; si prosegue il 9 dicembre, in pieno clima natalizio, con A Christmas Carol, il musical interpretato da Roberto Ciufoli; 6 e 7 febbraio torna al Savoia, dopo il successo dello scorso anno, Carlo Buccirosso con un'altra esilarante commedia intitolata Colpo di scena; il 21 febbraio The black blues brothers, il circo acrobatico con le musiche originali dei Blues Brothers; il 27 febbraio un grande classico di Molière, Il misantropo con Giulio Scarpati e Valeria Solarino; il 14 marzo si prosegue con Tomas Kubinek in Certified lunatic & master of the impossible; il 23 e 24 marzo Il costruttore solness, di Ibsen, interpretato da Umberto Orsini e Lucia Lavia; 2 e 3 aprile il grande testo di Dostoevskij, I fratelli Karamazov, interpretato da Glauco Mauri e Matteo Tarasco; 17 e 18 aprile il Balletto di Roma salirà sul palco con Otello; fuori abbonamento il 27 aprile ci sarà Che disastro di commedia con Alessandro Marverti; 7 e 8 maggio Aspettando Godot per la regia di Maurizio Scaparro con Antonio Salines".
"Il coinvolgimento delle scuole d'infanzia ed elementari per gli spettacoli compresi tra il 13 febbraio e il 31 marzo 2019 rappresenta un'altra grossa novità: - ha proseguito la presidente Presutti - educare i più giovani, i futuri uomini e donne del domani ad andare a teatro rappresenta una grande opportunità e un investimento notevole. Orfeo Euridice Ermes, il 14 febbraio all'auditorium Gil; il 3 marzo al Savoia Sogni in scatola; l'8 marzo Becco di rame e il 31 marzo Le ragazzine stanno perdendo il controllo. La società le teme. La fine è azzurra. sempre al teatro Savoia".
Il Sindaco e Presidente della Provincia Antonio Battista ha ringraziato di cuore la Fondazione Molise Cultura per l'attività di profondo spessore culturale sul territorio, "un'attività fondamentale perché dedicata in questa stagione anche ai giovani e ai più piccoli, siamo estremamente soddisfatti e orgogliosi che a Campobasso, dopo Poietika, si svolgano tali eventi di rilievo".
La Presidente Presutti ha ringraziato la Regione e in particolare l'Assessorato alla cultura, "senza i quali la stagione non avrebbe avuto vita, il Presidente Toma e l'Assessore Cotugno, assenti in conferenza stampa perché impegnati nella seduta del consiglio regionale, stanno investendo tanto in cultura, il loro impegno è evidente".
La biglietteria per gli abbonamenti apre mercoledì 7 novembre alle 10 in piazza Pepe, giovedì 8 sarà possibile abbonarsi anche on line. Saranno azzerati gli abbonamenti della stagione precedente al fine di dare la possibilità a tutti di accedere a teatro. Coloro che intendono abbonarsi alla stagione potranno scegliere 2 abbonamenti, turno A e turno B, ciascuno dei quali contiene al suo interno 6 spettacoli fissi e 2 variabili.

 

Stagione teatrale 2018/2019 - Auditorium Unità d'Italia - Isernia

Mar, 30/10/2018

 Novembre 2018 - Aprile 2019

Auditorium Unità d'Italia - Isernia

conferenzastampaisernia.jpgUna stagione poliedrica e di profondo respiro culturale. È la stagione teatrale dell'Auditorium della città di Isernia presentata questa mattina. "Dopo il musical La Divina Commedia, - ha spiegato la presidente Antonella Presutti- la stagione si apre l'8 dicembre con "A Christamas Carol" con Roberto Ciufoli, prosegue il 25 gennaio con "donchisci@tte" con Alessandro Benvenuti e Stefano Fresi; il 5 e 6 febbraio la stagione prosegue con "Aggiungi un posto a tavola" con Gialuca Guidi, il 3 marzo l'auditorium ospita Marisa Laurito e Iva Zanicchi in "Due donne in fuga", il 22 marzo Gabriele Cirilli in " Mi piace", il 7 aprile il grande Carlo Buccirosso chiude gli appuntamenti con "Il pomo della discordia"."
"Sette eventi imperdibili - ha dichiarato l'assessore Vincenzo Cotugno - che segnano il ritorno in grande stile della stagione teatrale nella città di Isernia in un luogo, l'Auditorium, sorto proprio per accogliere le maggiori rappresentazioni teatrali italiane. Con La Divina Commedia Isernia e il Molise avranno l'onore di ospitare la prima mondiale del musical e fino ad aprile gli spettatori potranno assistere ad un ricco e variegato cartellone con attori di primissimo livello nazionale".
L'assessore Cotugno ha sottolineato, inoltre, il passo in avanti che sta percorrendo il settore cultura in Molise e ha preannunciato l'avvio degli stati generali della cultura a novembre."Nel complesso della stagione 2018/2019 posso affermare con grande orgoglio che Isernia, Campobasso e Agnone, con i rispettivi calendari, avranno la possibilità di godere di una stagione di grande livello, di grandi spettacoli, che fa ben sperare per il futuro della cultura nella nostra regione. Ospitare rappresentazioni di così grande levatura porta maggiore interesse per il Molise da parte di tanti appassionati provenienti da fuori regione, riuscendo così a centrare l'obiettivo che mi sono prefissato dall'inizio del mio mandato: la Cultura è Turismo, il Turismo è Cultura".
Alla presentazione hanno aperto i lavori il sindaco Giacomo d'Apollonio e l'assessore Eugenio Kniahynichy soddisfatti per la nuova stagione teatrale; grande entusiasmo ha espresso anche Antonietta Ricciardi di Accademia Britannica, sponsor de La Divina Commedia che ha istituito 2 borse di studio per giovani meritevoli.
Presenti anche il regista de La Divina Commedia, Andrea Ortis e il produttore Francesco Gravina.

Biglietti On Line:  www.liveticket.it.

 

 

Condividi contenuti