In Evidenza - Cliccare sull'immagine per informazioni

Imm-nextstart_ok.jpg 

 

Prevendita spettacoli stagione teatrale 2019-20 dal 15 novembre

Mar, 12/11/2019
LOGO-NEW-FMC.jpg

Dal 15 novembre è attiva la prevendita per tutti gli spettacoli della Stagione Teatrale della Fondazione Molise Cultura al Teatro Savoia e dei concerti fuori abbonamento (PFM e Banco del Mutuo Soccorso).

 

BOTTEGHINO
PALAZZO GIL
Via Milano, 15
86100 - CAMPOBASSO
Tel. 0874 437386
Per i biglietti on line clicca qui
 
ORARI
LUNEDI
15:00-18:00
MERCOLEDI
15:00-18:00
VENERDI
11.00 – 13.00
 

Domani 8 novembre botteghino chiuso

Gio, 07/11/2019
logo-fmc.jpg

Nella giornata di venerdì 8 novembre 2019 il botteghino rimarrà chiuso.
Riaprirà domenica 10 novembre 2019 alle ore 16.00 in Piazza Prefettura.

La prevendita di tutti gli altri spettacoli avrà inizio Venerdì 15 novembre 2019 alle ore 11.00 presso il botteghino del Palazzo GIL.

 

Intervista a Vittorio De Scalzi - New Trolls

Lun, 04/11/2019
Scalzi.jpgVittorio De Scalzi, uno dei fondatori e leader dei New Trolls compie settant’anni. Lo abbiamo intervistato in attesa dei prossimi concerti al Teatro Savoia di Campobasso (12 e 13 novembre – ore 21). Due performance molto attese nel corso delle quali i New Trolls, accompagnati dall’Orchestra Stilnovo, eseguiranno l’intera opera rock “Concerto Grosso”.
 
“Noi eravamo beatlesiani di ferro ma la sorte ha voluto che aprissimo i concerti dei Rolling Stones in Italia”. A parlare è Vittorio De Scalzi, fondatore dei New Trolls. Ricorda quell’esperienza determinante per la storia del gruppo, poi scoppia in una risata fragorosa. Si apre così l’intervista a uno dei leader della storica band genovese che il prossimo 12 e 13 Novembre (Teatro Savoia, ore 21) porterà in scena a Campobasso una delle pietre miliari della musica progressive italiana: “Concerto Grosso”. Insieme all’orchestra molisana “Stilnovo”, Vittorio De Scalzi, che è accompagnato da Roberto Tiranti al basso, Andrea Maddalone alla chitarra e Lorenzo Ottonello alla batteria, eseguirà l’intera opera rock apparsa in due leggendari album: “Concerto Grosso per i New Trolls” (1971) e Concerto Grosso n. 2 (1976).


De Scalzi, come nasce l’idea di “Concerto Grosso”?
L’idea fu del nostro produttore, Sergio Bardotti e nasce come colonna sonora di un film al quale stava già lavorando Luis Bakalov: “La vittima designata”. E’ la storia di un suicidio su commissione, una “trama rock”, come la definì Bardotti. Fu lui che propose a Bakalov, che stava scrivendo un partitura barocca, di avviare un esperimento di fusione con le sonorità rock. Lo schema che abbiamo seguito è quello tipico del Concerto Grosso, con tre movimenti (Allegro, Adagio e Andante) e due gruppi di musicisti (l’orchestra e noi) che dialogano tra loro.


Quali sono stati i vostri riferimenti musicali; cosa ascoltavate all’epoca?
Noi eravamo beatlesiani di ferro ma è con i Rolling Stones che ci siamo avvicinati al rock. Nel 1967 siamo stati chiamati ad aprire il Tour italiano della band di Mick Jagger e Keith Richards, già popolarissima all’ora. Furono quindi i rivali dei Beatles ad alimentare l’attenzione verso il la musica rock. In Concerto Grosso, ad esempio, c’è una esplicita dedica a Jimi Hendrix con la canzone “Shadows”. I “Vanilla Fudge” furono un altro nostro riferimento, specie per i cori. A me poi piacevano molto i Young Rascals, un gruppo di soul bianco, gli autori di Good Lovin’.


Facciamo un passo indietro, al 1968, al vostro disco di esordio: “Senza Orario e Senza Bandiera”. Un disco innovativo sul piano discografico.
Si, fu il primo concept disc italiano. All’epoca gli LP erano più che altro raccolte di 45 giri precedentemente pubblicati. In questo caso si trattava invece di una serie originale di canzoni, tenute insieme da un tema principale. Ad ispirarci furono i Beatles, i nostri beniamini, che l’anno prima avevano pubblicato Sgt. Pepper. “Senza Orario e Senza Bandiera” fu una rivoluzione in tutti i sensi sul piano discografico: vendette oltre cento trentamila copie e nacque dalla collaborazione con Fabrizio De Andrè, Giampiero Reverberi e il poeta Riccardo Mannerini, un poeta “maledetto” e anarchico. Ricordo un episodio buffo, che per esercitarci in quella circostanza cantavamo le canzoni in un finto inglese (scoppia di nuova a ridere ndr).


A “Concerto Grosso per i New Trolls”, che è del 1971, segue nel 1976 “Concerto Grosso n. 2”, un album che solo in parte ripercorre le orme del precedente.
Il disco nasce sempre dalla collaborazione con Luis Bacalov e, come il precedente, ha due facciate diverse tra loro. In entrambi i dischi il lato A è interamente progressive, mentre le cose cambiano sul lato B. In Concerto Gosso n. 1 la seconda parte è una lunga improvvisazione del gruppo in studio, mentre in Concerto grosso n. 2 appaiono canzoni dal taglio più melodico, anche in inglese e francese.


Tornare sul palco sia col primo che col secondo Concerto Grosso che effetto ha avuto sul pubblico?
C’è entusiasmo e apprezzamento per canzoni che raramente possono essere ascoltate dal vivo. E’ così in Italia e anche all’estero: dal Messico al Giappone alla Corea. In Oriente siamo considerati nell’Olimpo della grande musica progressive insieme a King Crimson e Genesis. In Corea il primo brano di “Concerto Grosso n. 1” è diventato la sigla di un programma televisivo.


Oltre Concerto Grosso, ci sono altri brani del vostro repertorio che eseguite?
Certo, è il prezzo della vecchiaia – dice De Scalzi scoppia a ridere ndr -. La storia dei New Trolls è molto lunga, così come il repertorio. La scaletta non è fissa, ma insieme a Concerto Grosso ci sono anche altri brani. Dipende anche dall’umore del pubblico, ogni sera è una sera diversa.
 
Per l'acquisto del biglietto on line clicca qui

New Trolls, “Concerto Grosso” - In scena la grande storia del “progressive” italiano

Gio, 24/10/2019

Teatro Savoia – Campobasso

12 e 13 novembre (ore 21)

new-trolls.jpg

Concepita come la colonna sonora di un film interpretato da Thomas Milan e Pierre Clementi (“La vittima designata” del regista Maurizio Lucidi), “Concerto Grosso” diventa in breve tempo una delle opere più importanti, se non la più importante, del rock progressive italiano. Il disco, “Concerto Grosso per i New Trolls”, è del 1971 e rappresenta una decisa svolta nella carriera del gruppo, sino a quel momento orientato verso sonorità melodiche corrette da venature rock e psichedeliche (negli ascolti della band ci sono Jimi Hendrix, Vanilla Fudge, Iron Butterfly, Deep Purple). L’album d’esordio dei New Trolls, quello che precede la svolta verso il genere progressive, “Senza Orario e Senza Bandiera”, è del 1968 e nasce dalla collaborazione con Fabrizio De Andrè, Giampiero Reverberi e col poeta Riccardo Mannerini. Il risultato è uno splendido concept album (il primo in Italia) che riesce a coniugare melodia italiana e rock. “Signore, io sono Irish” uno dei brani di maggior successo di quel disco, lo ritroveremo poi in “Concerto Grosso n. 2”.

Arriviamo al 1971, a “Concerto Grosso per i New Trolls”, secondo e decisivo album del gruppo. La prima parte del disco è scritta quasi tutta dal compositore argentino e futuro premio oscar con “Il postino di Neruda” (1995), Luis Enriquez Bakalov. A lui va il merito di un esperimento felice, quello della fusione tra musica barocca e rock. Il disco, che vede Vittorio De Scalzi alle tastiere, Gianni Belleno alla batteria, Nico Di Palo alla chitarra e Giorgio D’Adamo al basso, si divide in tre movimenti: Allegro, Adagio e Andante. Una sequenza nella quale entrano citazioni che attraversano lo spazio e il tempo: dal ‘700 (Allegro) a Shakespeare (Adagio e Andante) a Jimi Hendrix (la canzone “Shadows” è un dedica esplicita al chitarrista). La seconda parte, il lato B del disco, è occupata da un solo brano, “Nella Sala Vuota”; si tratta di improvvisazioni della band eseguite in diretta.

Nel 1976 i New Trolls raddoppiano con “Concerto Grosso n. 2”, disco che anche in questo caso nasce dalla collaborazione con Luis Bacalov. Il disco, anche in questo caso, riceve un buon successo di pubblico ma con giudizi contrastanti da parte della critica. Molto diverse sono le due facciate: sul primo lato del disco prosegue l’esperimento di fusione tra musica classica e rock, col risultato di un progressive di altissimo livello, mentre sulla seconda facciata il gruppo vira decisamente verso la canzone melodica italiana.

L’intera opera, “Concerto Grosso per i New Trolls” e “Concerto Grosso n. 2” sarà in scena a Campobasso il 12 e 13 novembre al Teatro Savoia (ore 21). Uno spettacolo accompagnato da un successo di pubblico e critica che sta facendo tappa nei principali teatri e sale italiane. Due serate imperdibili in compagnia della grande musica progressive italiana.

Nei due concerti i New Trolls saranno accompagnati dall'orchestra molisana Stilnovo Ensemble,

******

I biglietti sono in vendita a Campobasso presso la biglietteria di Palazzo Gil, in via Milano, il lunedì e il mercoledì dalle 15 alle 18 e il venerdì dalle 11 alle 13, e online su www.liveticket.it

 

Stagione Teatrale 2019-2020 Teatro Savoia - Condizioni vantaggiose per abbonamenti di gruppi

Mer, 16/10/2019

Considerate le numerose richieste pervenute da Istituzioni, Enti, Associazioni, Ordini professionali e singoli gruppi che propongono la sottoscrizione di convenzioni che prevedano abbonamenti a condizioni vantaggiose, allo scopo di facilitare la partecipazione alle rappresentazioni teatrali, si informano gli utenti della seguente iniziativa:

Per gruppi composti da un minimo di 10 (dieci) persone sarà applicato il prezzo ridotto, così come previsto per la Stagione Teatrale 2019-2020.

RIDOTTI.jpg

Per usufruire della riduzione il delegato del gruppo dovrà recarsi al botteghino, presso il Palazzo GIL, munito dell’elenco nominativo delle richieste di abbonamento, allo scopo di individuare la disponibilità dei posti da impegnare.

Concerto New Trolls - Evento posticipato al 12 e 13 novembre

Lun, 07/10/2019

New Trolls, “Concerto Grosso”
Cambiano le date, il gruppo a Campobasso il 12 e 13 novembre

new-trolls.jpg

New Trolls: cambiano le date dello spettacolo programmato al Teatro Savoia. Il gruppo si esibirà a Campobasso il 12 e 13 novembre prossimi e non, come precedentemente indicato, nei giorni del 26 e 27 ottobre.
A determinare il cambio di programma, un sopravvenuto impegno del leader del gruppo, Vittorio De Scalzi, nominato presidente della Commissione Rai, “Area Sanremo”. In tale veste, proprio nei giorni 26 e 27 ottobre, De Scalzi sarà impegnato nelle audizioni e nella selezione dei brani destinati alla prestigiosa rassegna canora.
Con l’opera “Concerto Grosso”, una delle più importanti del progressive italiano, i New Trolls porteranno a Campobasso uno spettacolo che fonde rock e musica barocca, citazioni dall’Amleto di Sheakespeare, Luis Enriquez Bacalov, Jimi Hendrix.
Per coloro che hanno già proceduto all’acquisto, i biglietti dei concerti previsti il 26 e 27 ottobre varranno automaticamente per le nuove date del 12 e 13 novembre. E’ possibile, inoltre, chiedere il rimborso del biglietto, entro il 25 ottobre, presso il botteghino del Palazzo Gil negli orari di apertura: Lunedì (15:00 – 18:00), Mercoledì (15:00 – 18:00), Venerdì (11:00 – 13:00).
 

 

Le Nozze di Figaro

Lun, 07/10/2019

5 ottobre 2019 - Ore 20.00
6 ottobre 2019 - Ore 18.00
Auditorium Comunale Libero Altobello
ORATINO

12 ottobre 2019 - Ore 19.30
13 ottobre 2019 - Ore 18.30
TEATRO SAVOIA

manifesto-campobasso-verticale-lirica.jpg

Solisti: Operastudio Molise
Coro dell'Università del Molise: M. Gennaro Continillo
Orchestra Sinfonica Molisana: M. Gianluca Greco
Mostra Fotografica Pittorica: Rosella De Rosa, Siglind Buchmayer
Direzione artistica: Nicola Ziccardi

Info e prevendita: Mario Ziccardi 329 0225918 - Luca Fatica 338 8662905
Costo Biglietto Oratino: 10 €
Costo Biglietto Teatro Savoia: 13 €

Stagione Teatrale 2019-2020 Teatro Savoia

Sab, 28/09/2019

10 novembre 2019 - 23 aprile 2020
Teatro Savoia
Orario spettacoli: ore 21.00 e ore 18.30 per domenica e festivi
 

Manifesto-con-concerti_corr.jpg

Parte con entusiasmo la nuova stagione teatrale del Savoia presentata questa mattina.
"È una stagione emozionante" ha dichiarato il presidente della Regione Molise Donato Toma, "Fondazione Molise riesce a mettere in sinergia il locale con il globale e pone alla ribalta la Regione Molise, grazie anche alle altre manifestazioni quali Poietika, la presenza e la mostra di Steve McCurry, e da ultimo il nostro Tony Vaccaro".
Alessandro Amoroso, consigliere provinciale, ha evidenziato come "la Provincia è orgogliosa di partecipare agli eventi in questo autentico tempio della cultura".
Antonella Presutti, Presidente della Fondazione ha sottolineato "la necessità del dialogo per il Molise con il territorio e con l'esterno".
"L'obiettivo è quello di educare al teatro fin da piccoli e infatti ci sarà anche il cartellone per le scuole, l'offerta poliedrica al fine di dare risposta alle esigenze di tutti". La Presidente ha spiegato nello specifico le date e gli spettacoli. Si parte con Neri Marcorè "Le mie canzoni altrui", il 10 novembre (doppio spettacolo); 5 e 6 gennaio 2020 con il grande balletto russo "Gzhel";14 e 15 gennaio "Le signorine" con Isa Danieli e Giuliana De Sio; si prosegue con Famiglia con Marcello Fonte e l'attrice molisana Valentina Cavaliere, Palma d'oro al festival di Cannes 2018; "A che servono gli uomini" con Nancy Brilli il 2 e 3 marzo; 10 e 11 marzo un grande classico "I miserabili" imponente opera di Victor Hugo; 14 e 15 aprile "Che disastro di commedia" humour inglese molto brillante; 31 marzo Open di Daniel Ezralow; 14 e 15 aprile "Così parlò Bellavista" il tributo di Luciano De Crescenzo con Geppy Gleijeses e Marisa Laurito; 22 e 23 aprile "Morte di un commesso viaggiatore" con Alessandro Haber. La novità di questa stagione sono 3 attesi concerti fuori abbonamento: New Trolls 12 e 13 novembre, Pfm 21 dicembre e Banco del Mutuo Soccorso 1 e 2 febbraio 2020.
Lunedì 30 settembre parte la prevendita per lo spettacolo New Trolls (12 e 13 novembre); l'apertura della campagna abbonamenti con diritto di prelazione (per chi l'anno scorso aveva l'abbonamento) sarà attiva dal 7 ottobre all'11 ottobre; dal 14 ottobre gli abbonamenti sono aperti a tutti; dal 4 novembre sarà aperta la vendita dei biglietti del primo spettacolo in calendario con Neri Marcorè "Le mie canzoni altrui" (10 e 11 novembre). Il 12 novembre partirà la vendita di tutti gli altri spettacoli in calendario, compresi i concerti della Pfm e Banco del Mutuo Soccorso. Il botteghino è aperto alla Gil lunedì e mercoledì dalle 15 alle 18 e il venerdì dalle 11 alle 13. La sera dello spettacolo è aperta la biglietteria di piazza Pepe.

 

INFO BIGLIETTERIA

BOTTEGHINO
PALAZZO GIL
Via Milano, 15
86100 - CAMPOBASSO
Tel. 0874 437386
Per i biglietti on line clicca qui

ORARI
LUNEDI
15:00-18:00
MERCOLEDI
15:00-18:00
VENERDI
11.00 – 13.00

Liveticket Point Tabaccheria Picciano
Tabaccheria Picciano
di Michele Picciano

Via Guglielmo Marconi, 54
86100 Campobasso (CB)
Tel. +39 087497646
lottopicciano@gmail.com

Orario
Lunedì - sabato 08.30-13.00/16.30-20.00

Liveticket Point Bovianum Viaggi - Megatours

Piazza Roma, 58
86021 Bojano (CB)
Tel. +39 0874 773341
info@megatours.it

Orario
Lunedì - Venerdì 08.00 - 13:00 / 16.00 - 19.30
Sabato 08.00 - 13:00

PREVENDITA
Dal Lunedì 30 settembre prevendita biglietti concerto NEW TROLLS (12 e 13 novembre)
Apertura campagna abbonamenti con diritto di prelazione dal 7 ottobre all’11 ottobre
Dal 14 ottobre abbonamenti aperti a tutti
Dal 4 novembre vendita biglietti spettacolo “Le mie Canzoni altrui” con Neri Marcorè (10 novembre)
Dal 15 novembre vendita per tutti gli spettacoli (compresi concerti PFM e BANCO DEL MUTUO SOCCORSO)

Tariffa ridotta per under 25 e over 65

Per i gruppi (min 10 persone) cliccare qui

Manifesto con programma e schede singoli spettacoli
Prezzi abbonamenti, biglietti e concerti

Transumando 2019

Gio, 26/09/2019

Sabato 28 settembre 2019
Convegno Auditorium GIL
Ore 17.00

Transumando 2019 - locandina jpg.jpg

PROGRAMMA
Saluti introduttivi
Dott.ssa Antonella Presutti, Presidente Fondazione Molise Cultura
Dott.ssa Rosella Paliotto, Presidente Fondazione Banco di Napoli

Saluti della Istituzioni Territoriali
Dott. Donato Toma, Presidente Giunta Regionale del Molise
Prof. Luca Brunese, Magnifico Rettore Università degli Studi del Molise
Dott. Paolo Spian, Presidente Camera di Commercio del Molise

Interventi
Prof.ssa Letizia Bindi, Docente Unimol - BIOCULT
Prof. Fabio Pilla, Docente Unimol - BIOCULT
Prof. Luigi Mastronardi, Docente Unimol - BIOCULT
Dott. Dino Genovese, Dottorando (DISAFA) Università di Torino

Conclusioni
Prof. Angelo Belliggiano, Docente Unimol - BIOCULT 

Modera
Dott. Luigi Perella, Consigliere Generale Fondazione Banco di Napoli

Domenica 29 settembre 2019
In cammino sul tratturo

11.00 Bivio di Guardiaregia - Intercettazione del Gregge nell'adiacente tratturo (a poche centinaia di metri in direzione Guardiaregia, appena dopo il passaggio a livello)
13.00 Colazione al sacco sul tratturo
16.00 Arrivo ad Altilia

Presso il sito di Altilia sarà possibile effettuare una visita archeologica guidata.

Per info e prenotazioni: Rossana 320 7504418 - Michele 345 7774557 - Fabio 392 5999009
Il percorso ha un lunghezza di circa 10 km. Dotarsi di scarpe e abbigliamento adeguati.
Coloro che non desiderano partecipare alla camminata possono attendere l'arrivo del gregge ad Altilia.
Tutti gli orari sono indicativi.

 

KISS ME DEADLY 2019 – V edizione

Ven, 23/08/2019

Lunedì 26 – sabato 31 agosto 2019
Palazzo GIL, via Milano 15 - Campobasso

locandina film KMD2019.jpg

KISS ME DEADLY, la kermesse nata nel 2015 per esplorare le nuove frontiere del noir, torna anche quest’anno, dal 26 al 31 agosto, sulla terrazza del Palazzo GIL con un programma di esperienze e visioni a tinte fortemente nere, thriller e pulp.

Oggi pomeriggio a palazzo Gil si è svolta la conferenza stampa di presentazione con il presidente della Fondazione Molise Cultura Antonella Presutti, Leopoldo Santovincenzo direttore artistico della manifestazione e Maria Grazia Galasso presidente dell'Associazione culturale Kiss me Deadly.
La kermesse – evento ideato e realizzato dall’Associazione Culturale Kiss Me Deadly e prodotto dalla Fondazione Molise Cultura, con il patrocinio di Lucca Comics & Games – si aprirà con l’anteprima di IL REGNO di Rodrigo Sorogoyen, straordinario noir politico vincitore di 7 Premi Goya. Il film fotografa l’ultima drammatica stagione della vecchia partitocrazia e le sue aberrazioni con un thriller ansiogeno che affonda il protagonista in una notte sempre più tenebrosa.

Per gli INCONTRI CON GLI AUTORI, Valerio Varesi, creatore delle avventure poliziesche del commissario Soneri ci parlerà del giallo come “meccanismo di scandaglio della realtà”.
Mentre il giornalista d’inchiesta Fabio Sanvitale presenterà il suo documentario Pasolini, poesia e sangue, nel quale si torna ad indagare, sotto una nuova prospettiva, sull'omicidio dello scrittore e regista; Scrivere il Crimine è il titolo del suo incontro serale con il pubblico mentre nel workshop pomeridiano ci introdurrà al “Giornalismo investigativo: cos’è e come si fa”.
La presentazione della Guida alla letteratura noir di Walter Catalano completa le proposte dedicate alla letteratura di genere.

Per la tradizionale sezione COMICS, curata da Andrea Fornasiero, avremo ospite Maurizio Lacavalla che ci racconterà il suo libro a fumetti Due attese, onirica indagine su un uomo misteriosamente scomparso dove la Seconda Guerra Mondiale fa da sfondo alla trama.
Daniele Bigliardo, fondatore della Scuola Italiana di Comix, ci parlerà invece delle storie disegnate per Dylan Dog e delle trasposizioni a fumetti dei romanzi di Maurizio de Giovanni dedicati al commissario Ricciardi.
Entrambi condurranno dei workshop pomeridiani sul fumetto: L’INNESTO SURREALE a cura di Lacavalla e INCUBO NOIR condotto da Bigliardo. Per iscriversi gratuitamente: laboratori.kmd@gmail.com

OCCHI SUL NOIR è la grande mostra della V edizione, dedicata all’epopea delle fotobuste cinematografiche dei film noir e curata dal collezionista e critico Paolo Zelati, che guiderà il pubblico attraverso la storia, gli artisti e gli aneddoti sulla cartellonistica cinematografica. Occasione rarissima per rivedere i volti dei più grandi protagonisti della stagione classica del noir: da Humphrey Bogart a Barbara Stanwyck, da Lauren Bacall a Robert Mitchum.

Novità assoluta della kermesse è la prima produzione originale di Kiss Me Deadly, il progetto PULPmanzo, di Manuel Civitillo con gli scatti di Massimo Di Nonno, in collaborazione con il Centro per la Fotografia Vivian Maier di Campobasso: durante la settimana dell’evento verrà realizzato un fotoromanzo noir in stile anni ’70, tutto ambientato a Campobasso, che sarà poi stampato e distribuito, in un’edizione da collezione a tiratura limitata, il giorno di chiusura.
NASCITA DI UN PULPmanzo, è il backstage che sarà realizzato da Matteo Blanco sui set fotografici e che verrà proiettato l’ultima sera.

La sezione cinematografica includerà anche una seconda anteprima, il noir franco-belga A BLUEBIRD IN MY HEART di Jérémie Guez, inedito in Italia. Gli altri film selezionati per le DARK NIGHTS, sono: COCAINE - LA VERA STORIA DI WHITE BOY RICK di Yann Demange ricostruisce la vera vicenda del più giovane informatore dell’FBI nella Detroit degli anni ’80, nella città simbolo dell’industria automobilistica nazionale assediata da un perenne inverno, per buttare uno sguardo sul passato che è anche, in filigrana, uno sguardo sul presente. Premio del Pubblico al Sundance Film Festival 2018, al Rotterdam International Film Festival 2018 e al Torino Film Festival 2018, IL COLPEVOLE di Gustav Möller, virtuosistico tour-de-force in tempo reale che racconta la lunga notte di un poliziotto in un giallo fitto di colpi di scena.

L’ANGELO DEL CRIMINE di Luis Ortega, è il film ispirato alla vera storia di Carlos Eduardo Robledo Puch, lo psicopatico pluriomicida più famoso d’Argentina che, ventenne, fu condannato all’ergastolo per 11 delitti.
FRATELLI NEMICI-CLOSE ENEMIES di David Oelhoffen rilegge la grande tradizione del polar aggiornandola allo scenario delle moderne periferie urbane e dell’immigrazione.
Un omaggio a Georges Simenon con due classici ispirati ai romanzi dello scrittore, restaurati dalla Cineteca di Bologna, chiude il cartellone delle proiezioni.

Per celebrare il centenario della nascita della Bauhaus, il Bang Bang Bar, allestito nel Palazzo GIL, sarà arredato con una serie di opere grafiche che ripropongono l’estetica della storica corrente artistica. Completano il programma i quotidiani aperitivi musicali con il vinile che si chiuderanno sabato 31 in compagnia di Luzy L noto animatore di eventi musicali romani super pop che proporrà una selezione che spazia da Yma Sumac agli Air, da Badly Drown Boy a Catherine Spaak, ideale da ascoltare sorseggiando un aperitivo ma anche per danze sfrenate, come se Peter Sellers fosse con noi a bordo piscina.

Programma dettagliato degli eventi
Teaser visibile qui
 

 

 

Condividi contenuti