Teatro Savoia - Un racconto mediterraneo con Maddalena Crippa, Giuseppe Cederna, Dario Vergassola e David Riondino
Mar, 27/02/2018

Teatro Savoia
7 marzo 2018

Ore 10:00 (solo studenti)
Eneide un racconto mediterraneo, MADDALENA CRIPPA, Didone (Canto IV).

Ore 18:30
Odissea un racconto mediterraneo, GIUSEPPE CEDERNA, Odisseo all’isola dei Feaci (Libri V-VIII)

Ore 21:00
Iliade un racconto mediterraneo, DAVID RIONDINO e DARIO VERGASSOLA, Achille e Priamo (Canto XXIV)


racconto_sito.jpg

Si inizia mercoledì 7 marzo alle ore 10 con l'"Eneide un racconto mediterraneo", MADDALENA CRIPPA interpreterà Didone nel Canto IV dell'opera di Virgilio, regina di Cartagine, nel momento in cui confessa alla sorella Anna l’amore nefasto che la lega ad Enea, portandola dalla passione alla morte, impotente di fronte alla guerra in cui è stata coinvolta e alla forza di cui è stata vittima. L’attrice da anni è fra i protagonisti di Eneide un racconto mediterraneo, poema di cui le è stato affidato il Canto IV, Didone.
La giornata prosegue alle ore 18,30 con l'"Odissea un racconto mediterraneo", GIUSEPPE CEDERNA che sarà Odisseo all’isola dei Feaci, i Libri V-VIII; nudo e sporco di salsedine, Odisseo è in fuga e viene accolto da Nausicaa, la figlia del re Alcìnoo. Non si rivelerà subito. Solo nel momento in cui il cantore, richiesto da Alcinoo, canterà le gesta immortali di Odisseo, il nostro eroe piangendo rivelerà al re il suo vero nome. A quel punto Odisseo si fa cantore a sua volta, in un gioco di specchi con Omero il suo creatore, e proseguirà lui la narrazione delle sue avventure. Alcinoo gli concederà le navi per ritornare, non senza ulteriori affanni, a Itaca.
In serata, alle ore 21, ci sarà lo spettacolo della stagione teatrale, sul palco del Savoia DAVID RIONDINO e DARIO VERGASSOLA, che interpreteranno Achille e Priamo del Canto XXIV, impegnati in "Iliade un racconto mediterraneo", poema di cui ripercorrono le gesta di Achille e Priamo. Due eroi, vincitore e vinto, si scontrano per anni nella guerra di Troia. Il vecchio Priamo, re di Troia, si inginocchia davanti al valoroso combattente e piange i numerosi figli che ha visto morire, chiedendogli la restituzione del corpo di Ettore. Achille si commuove e onora il vecchio re. Alla furia segue la pietà, in un incontro magistrale nel quale i due protagonisti si spogliano dei loro ruoli e fanno prevalere l’umanità.
Il progetto e la regia sono di Sergio Maifredi, Produzione Teatro Pubblico Ligure.