Stefano Bollani - Piano solo
Gio, 23/01/2014 -
BOLLANI MANIFESTO_bassa.jpg

28 gennaio 2014 Ore 21:00 - Teatro Savoia

Dopo il grande successo del suo programma televisivo su Rai3, Sostiene Bollani, non si può più definirlo soltanto come pianista jazz. Bollani inizia a suonare all’età di 6 anni e si diploma al Conservatorio Cherubini di Firenze, iniziando la sua attività professionale a 15 anni suonando sia con gruppi pop-rock che con gruppi jazz.
 
Nel 1996 l’incontro con Enrico Rava, suo mentore, è decisivo e da quel momento inizia una collaborazione mai interrotta. Con Rava suona suoi palchi di tutto il mondo ed incide 13 dischi pluripremiati. Il percorso musicale di Bollani è spesso legato alla letteratura: nel 1998 mette in musica con Massimo Altomare La Gnosi delle Fanfole di Fosco Maraini; nel 2002 il primo album per l’etichetta francese Label Blue, Les fleures bleues, è un omaggio allo scrittore Raymond Queneau; nel 2003 riceve il Premio Carosone artista al quale ha dedicato un piccolo libro-saggio, L’America di Renato Carosone; nel 2006 esce il suo primo romanzo, La sindrome di Brontolo; nel gennaio 2013 esce per Mondadori il suo nuovo libro, Parliamo di musica. Invasioni continue nella classica, appena uscito per la Decca il dvd “Live a La Scala” con la Filarmonica della Scala diretta da Riccardo Chailly , con il quale ha già registrato “Sounds of the 30′s” e “Rhapsody in blue” con la Gewandhousorchester di Lipsia; Ambasciatore di Topolino, nell’ambito del fumetto ha collaborato anche con Leo Ortolani il disegnatore di Rat-man; su Radio3 il programma di grande successo “il Dottor Djembè” lo ha visto come conduttore insieme a David Riondino e Mirko Guerrini per sei stagioni, varie le collaborazioni con il teatro e con il cinema; non lo possono contenere nella sola definizione di Jazz.
 
Bollani è un puzzle di musica, di simpatia, di estemporaneità che si fondono in continuazione per poi cogliere e plasmare i suoni in un continuo dialogo fra improvvisazione e canzone, pubblico e pianista. Nel suo concerto in Piano Solo non chiedetegli cosa farà, Stefano Bollani non lo sa finché non appoggia le due dita sui tasti ed inizia a ripercorrere il suo io, la sua memoria, i suoi sentimenti. Piano Solo è un viaggio nella sua musica interiore, nelle sue emozioni, passando dal Brasile alla canzone degli anni’40 fino ad arrivare ai bis a richiesta in cui mescola 10 brani come se fosse dj. Un viaggio incredibile, dove Bollani sembra prendere per mano ogni spettatore per portarlo accanto a se, nella sua musica piena di sentimento e di divertimento. Destrutturando e ricostruendo ogni volta in modo diverso i brani che spesso ritroviamo nei suoi dischi.
 
BIGLIETTI:

40 € platea e palchi 1° e 2° ordine

30 € palchi 3° e 4° ordine

20 € sgabelli

 
Biglietti e prevendita:

Bottegnino Teatro Savoia, Piazza Pepe 23, Campobasso, Tel. 0874 311565
 

INIZIO PREVENDITA:

venerdì 24 gennaio 2014
Orari: 9:00 - 11:00 e 16:30 - 18:30

 ULI con il patrocinio della FONDAZIONE MOLISE CULTURA