Mostra documentaria Foibe: dalla tragedia all'esodo" - Convegno "Foibe, martiri dimenticati"
manifesto (1).jpg

Mostra documentaria Foibe: dalla tragedia all'esodo

Auditorium Palazzo Ex-Gil - 10-13 febbraio 2014


Convegno Foibe, martiri dimenticati

Auditorium Palazzo Ex-Gil - 12 febbraio 2014 Ore 9:00


 

Guarda Galleria fotografica 

Gli studenti dell’IPIA. “L.Montini” di Campobasso e l’Ufficio Scolastico Regionale, accogliendo le istanze delle indicazioni ministeriali che riservano un’attenzione particolare al ripristino del valore della legalità e alla promozione di una cittadinanza responsabile, hanno attivato, da alcuni anni, percorsi formativi sul tema dei diritti umani.

Il Giorno del Ricordo, che si commemora il 10 febbraio di ogni anno, istituito con Legge 92 del 2004, rappresenta una ulteriore occasione di riflessione sui crimini contro l’umanità commessi in passato, ma che, ancora oggi, offendono la dignità dell’uomo. Il tema è noto: le foibe, tragico epilogo della seconda guerra mondiale per gli Italiani della Venezia Giulia e della Dalmazia, tra l’ottobre del 43 e il maggio del 45, a guerra finita.

Le foibe, voragini rocciose che possono raggiungere anche i 200 metri di profondità, hanno accolto, nei loro cunicoli, almeno 12.000 esseri umani, colpevoli solo di essere italiani e di vivere in territori non più destinati a loro da spartizioni territoriali di matrice politica, totalmente incuranti delle radici culturali, storiche ed etniche di un popolo.

Il discorso del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano , in occasione della celebrazione del 10 febbraio 2007, riassume il fine del Convegno: “ … va ricordato l’imperdonabile orrore contro l’umanità costituito dalle foibe … e va ricordata..la congiura del silenzio, la fase meno drammatica , ma ancora più amara e demoralizzante dell’oblio”. Anche di quella non dobbiamo tacere, assumendoci la responsabilità di aver negato, o teso ad ignorare, la verità per pregiudiziali ideologiche e cecità politica, e dell’averla rimossa per calcoli diplomatici e convenienze internazionali.”.

A tal fine, in data 10 febbraio 2014 , sarà aperta al pubblico una mostra storico-documentaria dal titolo “Foibe: dalla tragedia all’esodo”, presso i locali della Fondazione Molise Cultura, in Via Milano, a Campobasso. Essa, già presentata a Roma nel 2009, presso il Complesso del Vittoriano, e’ stata gentilmente allestita per l’occasione da Palladino Editore . Potrà essere visitata dalle ore 9.00 alle ore 13.00 dei giorni 10/ 11/13 febbraio 2014.

La mostra consente di ricostruire una dolorosa pagina della storia nazionale attraverso una ricca documentazione fotografica arricchita dai testi di un prestigioso Comitato Scientifico della Associazione Nazionale Dalmata.

In data 12 febbraio, a completamento dell’iniziativa, si terrà, presso la Sala Convegni della stessa Fondazione, il Convegno: “Foibe-martiri dimenticati”. Con il contributo degli studi fatti dai ricercatori della Lega Nazionale di Trieste e della testimonianza di un esule, sarà proposta una lezione di storia viva riguardante una tragedia consumatasi nella nostra nazione sessant’anni fa.

Il fine è fare luce, con metodo storico e con onestà intellettuale, su quanto accaduto a migliaia di nostri connazionali, anche corregionali, e ai numerosi martiri delle foibe, come Norma Cossetto, ora Medaglia d’Oro al Valore Civile. Dare voce al loro dolore, alle umiliazioni e onorare il loro sacrificio, almeno con il ricordo.

Un video, realizzato dagli alunni delle classi V B, IV B , V D con la collaborazione delle docenti Tina Adamo e Teresa Raucci, introdurrà i lavori: risposta delle nuove generazioni alla richiesta di giustizia di questi eroi dimenticati.

Dopo i saluti dei rappresentanti delle Istituzioni e della Dirigente dell’IPIA, dott.ssa Anna Gloria Carlini, seguiranno le relazioni di studio dei seguenti esperti:
Prof. Lorenzo Salimbeni, Dirigente e Ricercatore della Lega Nazionale di Trieste; Angelo Tomaselli, esule e testimone sia dell’eccidio delle foibe che dell’esodo drammatico della sua famiglia, allora residente a Pola; dott.ssa Anna Paolella, referente regionale di Cittadinanza e Costituzione presso l’USR di Campobasso.

Teresa Raucci