Viaggio nel regno delle emozioni - III Circolo didattico "Giovanni Paolo II"
Mer, 28/05/2014 -
fondazione.jpg

 29 maggio 2014 alle ore 17:00

Auditorium ex-Gil Via Milano

“Sei folletti nel mio cuore: un viaggio nel regno delle emozioni” : si chiama così il musical che vede coinvolti gli alunni della classe seconda sezione D della Scuola Primaria del III Circolo Didattico di Campobasso “Giovanni Paolo II”, copione tratto dal testo di narrativa di Rosalba Corallo pubblicato dalle edizioni Erikson e legato ai progetti Lettura ed Emozione.

Il nostro viaggio è iniziato così: ci siamo presi per mano e abbiamo cercato nel testo e nei nostri cuori le parole per esprimere le emozioni.
Abbiamo imparato che tutte le emozioni sono importanti, che bisogna provarle tutte e imparare ad esprimerle in modo adeguato perché si può essere arrabbiati senza sfogarsi in modo violento, si può essere tristi senza isolarsi e smettere di giocare, si può essere impauriti senza scappare via e nascondersi o rifiutarsi di mettersi in gioco, possiamo gioire pienamente delle bellezze della vita e possiamo meravigliarci per tutte le cose nuove che ci stupiscono perché le emozioni sono una parte innata del nostro essere creature umane, è necessario conoscerle, educarle e usarle in modo adeguato. La lettura, la narrazione individuale, la drammatizzazione, il movimento corporeo, la musica, il disegno, la manipolazione di vari materiali per la produzione delle scenografie del musical ci hanno aiutato a diventare un po’ più grandi.
Ci siamo immedesimati nei sei folletti che abitano nel cuore di Tommy e che rappresentato: la gioia, la rabbia, la tristezza, lo stupore, la paura, l’ordine e precisione; abbiamo cercato di dare coraggio a Tommy, il protagonista della storia, un bambino definito dai grandi “ troppo sensibile” , deriso dai suoi compagni e abbiamo sperato nel ritorno della fatina Serenella. Tutta la squadra della seconda D si è impegnata al massimo per realizzare il musical, ha affrontato la tematica delle emozioni e ne ha rilevato l’importanza per una loro serena accettazione e corretta gestione.