Arti drammatiche

LUCA DE FILIPPO “SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA SBORNIA”

Mer, 11/02/2015 -

Mercoledì  11 febbraio 2015 ore 21:00

Teatro Savoia

de filippo.jpg

Dopo il lavoro degli ultimi anni, durante i quali è stato realizzato un puntuale approfondimento sulla drammaturgia di Eduardo del primo dopoguerra, con Sogno di una notte di mezza sbornia la Compagnia di Teatro di Luca De Filippo propone un nuovo progetto, questa volta specificatamente tematico, sui testi di Eduardo, in un percorso che porterà successivamente all’allestimento di “Non ti pago”, che lo stesso Eduardo definisce “una commedia molto comica che secondo me è la più tragica che io abbia scritto” .

Infatti “Sogno di una notte di mezza sbornia” - scritta da Eduardo nel 1936- ne è il prologo naturale: si parla di sogni, vincite al lotto, superstizioni e credenze popolari di un’ umanità dolente, che solo in questo modo ha la capacità di pensare a un futuro migliore per sopravvivere al proprio presente.

Umberto Orsini - Il Giuoco delle parti" di Luigi Pirandello

Venerdì 6 febbraio alle ore 21:00

Teatro Savoia

UMBERTO ORSINI "IL GIUOCO DELLE PARTI"

Di Luigi Pirandello

fotoHR4.jpg

FILUMENA MARTURANO di Eduardo De Filippo

programma FILUMENA MARTURANO cb 15-01[1].jpg

Domenica 25 gennaio 2015 alle ore 18:00

Teatro Savoia

L’Associazione “Amici del teatro di Pietrabbondante” con il patrocinio del Comune di Pietrabbondante ha prodotto quest'opera tetrale che è stata recitata in prima nazionale nell’ambito del 40° SANNITA TEATRO FESTIVAL nell’estate del 2014 nel teatro sannitico di Pietrabbondante e in seguito nel Teatro italo-argentino di Agnone.

ORCHESTRA DI PIAZZA VITTORIO “IL ”FLAUTO MAGICO"

23 gennaio 2015 alle ore 21:00

Teatro Savoia

Flauto magico.jpg

L’idea è nata nel 2007 da una proposta di Daniele Abbado per la Notte Bianca di Reggio Emilia. Il progetto sembrava folle, poi si è deciso di svilupparlo come se l’opera di Mozart fosse una favola musicale tramandata in forma orale e giunta in modi diversi a ciascuno dei musicisti. Come accade ogni volta che una storia viene trasmessa di bocca in bocca, le vicende e i personaggi si sono trasformati, e anche la musica si è allontanata dall’originale.

PRIMA NAZIONALE - AL TEATRO SAVOIA IVANA MONTI E CATERINA MURINO PROTAGONISTE DI “DOPPIO SOGNO (EYES WIDE SHUT)”

Venerdì 16 gennaio 2015 alle ore 21:00

Teatro Savoia

 AL TEATRO SAVOIA IVANA MONTI E CATERINA MURINO PROTAGONISTE DI “DOPPIO SOGNO (EYES WIDE SHUT)”

doppio-sogno-def.jpg

Ti racconto un libro - Infanzia - PRIMO PASSO, Storia di un’ocarina pigra

19 nov.jpg

Mercoledì, 19 novembre ore 9:30 e ore 11:00

Teatro Savoia - Campobasso

PRIMO PASSO Storia di un’ocarina pigra spettacolo

di e con Valentino Dragano
decorazioni sceniche Alessia Bussini

Ivana Monti - Doppio sogno (Eyes wide shut)

doppio-sogno-def.jpg

 16 gennaio 2015 ore 21:00

IVANA MONTI

“DOPPIO SOGNO” (EYES WIDE SHUT)

IVANA MONTI - CATERINA MURINO
GIORGIO LUPANO/ROSARIO COPPOLINO
Scritto e diretto da Giancarlo Marinelli dall’omonimo racconto di Arthur Schnitzler
COMPAGNIA MOLIèRE

Per la prima volta in Teatro la novella traumatica che fonde in modo assai compiuto il sogno e la realtà, Freud e il romanzo d’appendice, e da cui Stanley Kubrick, con Eyes Wide Shut, ha tratto il suo ultimo capolavoro del tutto incompiuto.
“Dopo il grande successo delle due stagioni di Elephant Man – scrive Giancarlo Marinelli - cercavo un testo che possedesse una caratteristica; darmi la possibilità, come drammaturgo e come regista, di creare personaggi multipli per i miei attori; un testo che fosse già teatro multiplo. Dove la storia fosse tante storie; dove la verità fosse tante verità; e dove, finalmente, l’amore, la morte, il senso di colpa, il peccato e il riscatto, affiorassero prepotentemente tutti insieme.

Balletto di Mosca - Lo Schiaccianoci

balletto-mosca.jpg

 5 gennaio 2015 ore 21:00
BALLETTO DI MOSCA
“LO SCHIACCIANOCI”

di Pyotr Ilyich Tchaikovsky
Diretto da Elik Melikov
EURO EVENTI

Diretta da Anatoly Emelyanov, il Balletto di Mosca “Royal Ballet of Moscow” fu fondata nel 1997. Il Corpo di Ballo annovera tra le sue fila ballerini di grande esperienza e raffinatezza artistica, provenienti dai migliori teatri russi. Punta di diamante della compagnia è la splendida étoile Julia Golitcina, già solista del famoso Eifman Ballet. Nel corso degli anni, questa prestigiosa compagnia ha realizzato importanti tourneés in Inghilterra, Irlanda, Stati Uniti, Thailandia, Cina, Giappone, Israele, Messico, San Salvador, Costa Rica, Svezia, Germania, Francia, Spagna e Portogallo, riscuotendo un grande successo internazionale. La loro filosofia artistica prevede non solo la messa in scena dei grandi classici del balletto, ma anche la creazione di un repertorio moderno di più ampio respiro, rivolto ad un pubblico sempre più vasto e al contempo esigente. 

Lello Arena - L'Avaro

LELLO-ARENA.jpg

 5 dicembre 2014 ore 21:00
LELLO ARENA
“L’AVARO”

di Moliere
Con Fabrizio Vona e Francesco Di Trio
regia di Claudio Di Palma
BON VOYAGE PRODUZIONI

Giorgio Albertazzi - Il Mercante di Venezia

giorgio-albertazzi-foto.jpg

11 novembre 2014 ore 21:00
GIORGIO ALBERTAZZI
“IL MERCANTE DI VENEZIA”

di William Shakespeare
Traduzione e adattamento di Giorgio Albertazzi
regia di Giancarlo Marinelli
GHIONE PRODUZIONI 

Giorgio Albertazzi con la sua Compagnia in omaggio al genio del Bardo nel 450° anno dalla nascita portano in scena “Il mercante di Venezia”. Giorgio Albertazzi, quasi novantunenne, con la sua impareggiabile interpretazione di Shylock ha fatto del “Mercante di Venezia” un perfetto ibrido che sembra ora scritto da Strindberg e ora da Sartre, passando per la lussuria di Baffo e per i giocosi azzardi di Goldoni. Ha subito capito, fin dai vagiti della luce, che qui l’alba e il mattino, (sommariamente intesi come il primordio della vita e quindi la giovinezza), e il tramonto e la sera, (da considerarsi come tenebra, come male: come Shylock), sono di fatto non distinguibili: è come se i giovani veneziani e il vecchio ebreo siano cerchi nell’acqua creati dallo stesso sasso, riflessi specchianti dello stesso corpo, della stessa vita.

 

Condividi contenuti